La Grida del Purgatorio

Prima dell’inizio della Disfida Ogni Capitano pronuncia la Grida del proprio Quartiere.

è un momento unico e toccante, in cui a squarcia gola si incita la propria squadra alla vittoria, come dimostrazione non solo di forza e coraggio ma sopratutto come segno di grande devozione, poichè giocare per il proprio santo è un segno di fede e di devozione profondo e vincere per Sant’Antonio non solo regala lustro al proprio Quartiere ma è prova inconfutabile di questa devozione.

Gianluca Cannavò capitano del purgatorio 2011 sbandieratori di sicilia

Gianluca Cannavò capitano del purgatorio

La Grida del Purgatorio

 

Calcianti, compaesani, amici e devoti,

oggi non siam qui a mostrare la nostra forza, ma a far valere la nostra devozione.

Io so molto bene che le cose varie sempre dilettano, ma oggi non vi è diletto, in codesto giuco ma onore e devozione.

Finalmente è giustizia di confessare che questo giorno sia ricordato come il  giorno in cui l’ingiustizia muore e il senno trionfa, il giorno in cui il Santo viene al Purgatorio.

 

per l’onore del Purgatorio e per la gloria di Sant’Antonio vinciamo.

 

Capitani nella Storia:

2011 – 2012  Gianluca Cannavò

Vittorie:

2012 – Seconda edizione: Purgatorio 13,5 Matrice 12

 

Altre pagine sull’argomento:

La Grida della Matrice (Clicca quì)

Il Calcio Strorico Siciliano (Clicca quì)

Edizione 2011 (Clicca quì)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.